Consulenza in ambito Procurement e SCM nell’industria dei beni di consumo

Prezzi, disponibilità e tempistiche di evasione degli ordini: questi sono gli aspetti critici con cui hanno sempre avuto a che fare i produttori di beni di consumo. Inoltre, sempre più consumatori vogliono prodotti fabbricati in modo sostenibile. I fornitori con un chiaro profilo volto alla sostenibilità possono sfruttarne i vantaggi competitivi.

 

Consulenza in ambito Procurement e SCM nell’industria dei beni di consumo

Un ridotto time-to-market e la grande varietà sono le caratteristiche per cui l’industria dei beni di consumo si distingue nettamente dalle altre industrie. I consumatori vogliono novità: i beni di uso quotidiano devono essere originali, accattivanti, utili, e sempre più spesso prodotti in modo sostenibile. Un crescente numero di aziende ha compreso le esigenze di mercato, sviluppando criteri ESG, stabiliscono obiettivi e sviluppano tabelle di marcia per diventare più sostenibili e a basso impatto ambientale.

I nostri esperti per l’industria dei beni di consumo vi accompagnano in questo percorso e vi supportano per ottimizzare prezzi, disponibilità e tempistiche di evasione degli ordini, anche in relazione agli obiettivi di sostenibilità prefissati.

Le industrie dei beni di consumo sono diversificate così come lo sono le esigenze dei consumatori e, anche se i prodotti sono molto eterogenei e hanno una funzione diversa e specifica, tutti i fornitori devono affrontare il compito di orientarsi alla sostenibilità a prezzi ragionevoli rimanendo al contempo innovativi.

Quali argomenti sono importanti nel settore dei beni di consumo?

Strutture chiare e processi produttivi efficienti all’interno della propria azienda sono la base per sviluppare prodotti innovativi e immetterli rapidamente sul mercato. Analizziamo i vostri processi interni e identifichiamo il potenziale di ottimizzazione delle vostre linee di produzione. L’obiettivo è quello di ridurre i tempi di inattività e i colli di bottiglia nel ciclo produttivo per creare le basi del vostro successo aziendale.

Consideriamo il procurement come un partner a valore aggiunto. Quanto prima i buyer vengono coinvolti nella pianificazione, tanto meglio capiranno quali sono i driver competitivi più rilevanti e potranno esplorare il mercato. In questo modo, le idee innovative passano più rapidamente dalla fase di progettazione a quella di produzione.

Anche gli uffici acquisti dovrebbero essere coinvolte nelle analisi relative al “make or buy”. La loro conoscenza della struttura dei costi e delle catene di fornitura è fondamentale per una decisione fact-based.

I nostri esperti hanno una vasta esperienza in molti settori dell’industria dei beni di consumo, compresa la consulenza ai produttori di private label. Otteniamo una riduzione significativa dei costi di approvvigionamento per tutte le categorie di spesa sia diretta sia indiretta.

Per molti produttori di beni di consumo, l’acquisto delle materie prime rappresenta una quota significativa del volume totale degli acquisti. Per tale motivo i prezzi delle materie prime sono di vitale importanza per il successo aziendale. È vero che i buyer non possono sfuggire completamente all’andamento del mercato, tuttavia, esistono strategie adeguate per determinare il momento più opportuno per acquistare o per tutelarsi contro un aumento significativo dei prezzi.

Anche il coinvolgimento precoce del procurement nella pianificazione è un prerequisito importante per ridurre le tempistiche di evasione degli ordini. Per consentire l’accelerazione, analizziamo tutti i passaggi, dalla creazione dell’ordine alla consegna del prodotto finito al magazzino, e identifichiamo nuove strategie per l’ottimizzazione dei processi. Insieme al vostro team, troviamo soluzioni e definiamo le nuove procedure.

La pandemia di Coronavirus lo ha dimostrato: poche aziende hanno una visione veramente approfondita della propria catena di approvvigionamento. Tuttavia, questa conoscenza sta diventando sempre più importante per identificare i rischi legati alla sicurezza delle forniture, nonché anticipare le difficoltà inerenti alla necessità di sostenibilità e contrastarle efficacemente. In particolare, l’industria dei beni di consumo è sotto i riflettori, poiché i consumatori entrano quotidianamente in contatto con i loro prodotti. Inoltre, conformemente alla Supply Chain Act, in futuro, le catene di approvvigionamento dovranno rispettare stringenti standard ambientali e specifiche condizioni per tutti i lavoratori coinvolti.

I criteri ESG non si applicano solo al prodotto, ma anche all’imballaggio. Naturalmente, l’imballaggio deve innanzitutto proteggere il contenuto. A tal fine, ha bisogno di proprietà specifiche a seconda del prodotto, come ad esempio, una funzione di barriera per i liquidi o l’aria.

Non esistono ancora materiali di imballaggio completamente sostenibili che soddisfino tutti questi criteri, ma come dimostra il nostro studio sugli imballaggi sostenibili, i produttori sono consapevoli di questa sfida e stanno cercando soluzioni a basso impatto ambientale.

Insieme al vostro ufficio acquisti, analizziamo le opzioni disponibili, sondiamo il mercato per le vostre esigenze specifiche e sviluppiamo soluzioni innovative.

Gli strumenti digitali utilizzati in modo intelligente sgravano il vostro ufficio acquisti dalle attività a basso valore e transazionali,  ottimizzano i processi e garantiscono visibilità della catena di approvvigionamento. Esaminiamo il grado di digitalizzazione della vostra azienda, lo confrontiamo con i benchmark di mercato e creiamo per voi un piano che ottimizzi il rapporto tra costi e benefici.

 

Clienti selezionati dell'industria dei beni di consumo

 

I nostri esperti di beni di consumo

Frank Wierlemann

Managing Director

contact@inverto.com Contatto

Michael Strohschneider

Principal

michael.strohschneider@inverto.com Contatto